Gatti che attraversano la strada

Gatti che attraversano la strada
E' uscito "Gatti che attraversano la strada", il mio primo libro di poesie

giovedì 11 maggio 2017

Cagliari Monumenti Aperti

In occasione della manifestazione Cagliari Monumenti Aperti, l’associazione culturale Il Grimorio delle Arti presenta alcune tra le voci più significative della poesia italiana e locale. Monumenti e parola poetica dialogheranno per amplificare le suggestioni del visitatore e regalarci momenti di canto e incanto. Il canto della poesia, l’incanto dei luoghi. Poeti: Alessandra Racca, Rita Pacilio, Cinzia Marulli, Silvia Bre, Maria Grazia Calandrone, Antonio Riccardi, Marco Bini, Roberto Cescon, Alessandra Fanti, Valentina Neri, Gavino Angius, Giuseppe Mereu, Giuseppe Boy.

Orari e luoghi delle performance

SABATO 13 MAGGIO
📍 Cripta di Santa Restituta, ore 12.00 e ore 18.00
📍 Chiesa di Santa Maria del Monte, ore 12.00 e ore 18.00 
📍 Cimitero Monumentale di Bonaria, ore 12.00 e ore 18.00

DOMENICA 14 MAGGIO
📍 Cripta di Santa Restituta, ore 12.00 e ore 18.00
📍 Chiesa di Santa Maria del Monte, ore 12.00 e ore 18.00 
📍 Cimitero Monumentale di Bonaria, ore 12.00
📍 Cripta del Santo Sepolcro, ore 17.30

Io leggerò sabato 13, alle 12:00 nella Chiesa di Santa Maria del Monte e alle 18:00 nel Cimitero monumentale di Bonaria.

sabato 29 aprile 2017

Primavera 3.0

Elicotteri in assetto antisommossa
pattugliano il panorama di un addio
a finestre rassegnate, a tetti spalancati
in uno sbadiglio che trascina il suo stupore
da settant’anni, da quando ha avuto inizio
un brindisi alla perduta memoria
che dura tuttora e ha attraversato indenne
le mode, i governi e le generazioni –
spettri elettromagnetici, eventi tellurici
mettono alla prova la capacità
di adattamento alla nuova abitudine –
ecco il paese dei manganelli,
dove si muore di nostalgia
o per tradizione, oppure
si sopravvive per mancanza di scelta,
di un luogo consono, eventualmente,
ad una sosta in seconda fila,
appena per il tempo di un caffè,
di una sveltina in mezzo al traffico
corretta con pezzi da cinquanta
per sostenere l’economia del sottobanco -
“bella bestia, hai qualcosa per me?”
cuori di bue in salamoia per la mia bella,
qualcosa di cui non deve sapere,
qualcosa su cui poter fingere
di non sentirsi complice quando
chiude gli occhi per guardarsi intorno,
per continuare a credere
alle storie che si racconta –
navi mercantili sbarcano carichi
di carne umana da assoggettare
alla propaganda, da schiavizzare
sulle televisioni, da incatenare
nelle piazze bene in vista affinché
nessuno possa più sentirsi umano,
affinché nessuno si sogni di scappare –
le strade rigurgitano paure scatenate,
aizzate come cani da combattimento
dopo settimane di digiuno e botte,
bestie inselvatichite pronte
ad azzannare per un pezzo di pane,
per poche maledette monete,
per il posto migliore da dove
veder passare l’abbondanza –
chioschi di giornali vestiti a festa
celebrano l’entrata in guerra
contro i poveri, gli sfigati e i miscredenti,
contro i cambiamenti di stati ed equilibri,
contro i pericoli delle evoluzioni
a corpo libero e senza protezioni
dell’avanguardia darwiniana che invano
precede, senza alcun seguito –
santi numi del lunario nazionale,
calciatori, cantautori e celebrità
irrisorie, titolari di festività
appositamente istituite
cui votarsi alla bisogna,
difensori della fede nell’ignoranza
e nell’ipocrisia, nei secoli dei secoli
proteggete il vostro popolo dalla libertà,
dal buon senso e dalla responsabilità,
dalla logica e dalla giustizia,
affinché abbia ogni giorno di che lamentarsi –
fuori tutti e noi chiusi dentro a sbranarci
per solitudine o per diletto, per il sollazzo
di chi tiene la cassa e conta il profitto,
di chi stacca i biglietti all’ingresso,
di chi apparecchia diffusioni via etere
in alta definizione quadrifonica,
esperienza iperrealistica
a totale immersione solo
nei salotti più esclusivi –
la primavera è tra noi, avanza non vista;
ignorata dai più, avviluppa nuove radici
per soppiantare le vecchie avvizzite,
preparando un ritorno in grande stile
tra le evoluzioni dei giropizza,
nelle giravolte dei saltimbanchi,
sui banchetti dei ciarlatani
che spacciano pistole cariche
e deliri di onnipotenza –
i germogli appena spuntati
sono già avviati a marcire
come è giusto che sia, aridi e sterili
retaggi del passato peggiore
che ritorna ad ogni nuova stagione –
ad ogni nuova preda, possesso, spreco,
l’inferno sopra di noi e quaggiù
qualcosa di peggio, il supplizio
di possedere tutto il superfluo
e mancare di tutto il necessario.

giovedì 20 aprile 2017

Senza titolo

I cani con i capelli al vento
si godono la libertà
incuranti del guinzaglio
con cui i loro padroni
sono legati alla loro
condizione di padroni,
senza possibilità di scelta
se non quella di farsi
trascinare fuori casa
all’ora prestabilita
per la pisciata serale.

mercoledì 5 aprile 2017

Senza titolo

Questi muri mi parlano –
sussurrano la notte nel sonno
che tutto andrà bene,
che tutto andrà come
sempre deve andare –
che sorgerà il sole domani
e che se io ci sarò
o non ci sarò, non farà
alcuna differenza.

sabato 25 marzo 2017

Senza titolo

Questa poesia è stata scritta
per celebrare tutti i ladri
rapinatori grassatori
trucidati a sangue freddo
dai proprietari di case
sbirri in borghese
e altri eroi del giorno
in possesso di regolare
porto d’armi rilasciato
dalle autorità preposte –
sono loro i santi martiri
gloriosi caduti della guerra
contro l’ipocrita avidità
di chi non si fa scrupoli
a uccider per soldi.

lunedì 20 marzo 2017

Senza titolo

Smettere di scrivere per sempre
almeno una volta alla settimana
è un esercizio salutare
per prevenire l’insorgere
di fastidiose patologie
dell’apparato digerente,
disturbi del riflusso
periferico egocentrico,
flessioni nel livello
degli acidi incolpevoli –
per salvare la foresta tropicale
dalla catastrofe ambientale,
dall’olocausto nucleare
di parole sovraccaricate
sulle pagine fino ad innescare
incontrollabili reazioni
di fusione del nocciolo della questione,
che lasciano indietro soltanto
morti, feriti e scorie radioattive
da nascondere sottoterra,
buone neanche
per accendere un fuoco
e riscaldarsi la cena.

mercoledì 15 marzo 2017

Per Certi Versi - Lotte di Classe

Luca Bassi Andreasi presenta a Cagliari il suo primo libro di poesie dal titolo 'Lotte di classe', edito da La vita Felice

Programma

venerdì 17 
ore 17.00 performance di poesia presso il Centro Infissi di Viola Cossu, via Cuoco 35/37

ore 18.30 presentazione del libro presso la libreria Miele Amaro. Interviene Manuela Arca.

ore 21.00: al teatro Sant'Eulalia spettacolo di poesia performativa dal titolo “Lotte di classe” con Luca Bassi Andreasi, Giuseppe Mereu e Francesco Leone.

sabato 18 
ore 11.00: Guido Catalano e Luca Bassi Andreasi dialogheranno con gli studenti del liceo scientifico Leon Battista Alberti, via Ravenna, Cagliari

ore 16.00 performance di poesia presso iVeronaShowroom in via Biasi 25

Domenica 19

ore 11.00 Poeti in vetrina: Luca Bassi Andreasi sarà nella vetrina della Libreria di via Sulis protagonista di minime performances per un piccolo pubblico.

Organizza l'associazione culturale Il Grimorio Delle Arti.

lunedì 13 marzo 2017

TuttoMuscoliNienteCervello Poetry Slam

Le regole del gioco le conoscete...quasi tutti.
Questo è un TUTTO MUSCOLI NIENTE CERVELLO Poetry Slam, un contest di poesia e prosa, a tema libero che si svolgerà nel singolare scenario di una palestra di arrampicata, pieno di bei maschioni in canottiera e bellissime climbers cosparse d'olio johnson.
Per sfatare il mito per cui: chi ha muscoli non ha cervello e sensibilità, il circolo della palestra V10 Boulderzone ospita affermati e nascenti scrittori per una gara senza precedenti (come sempre ovviamente!), con un premio ambitissimo da tutti, un premio che scoprirete solo partecipando come scrittori/lettori, giudici o pubblico.
Qualche semplice regola per poter partecipare:
REGOLA 1: Avete tre minuti a disposizione per leggere
REGOLA 2: Sono ammessi solo testi propri
REGOLA 3: Nei tre minuti si possono leggere più testi, ogni secondo in eccesso sarà considerato penalità
REGOLA 4: NON SONO AMMESSI OGGETTI SCENICI QUALI SEDIE, MICROFONI, OMBRELLI, BANANE ECC. ECC.
REGOLA 5: I giudici verranno estratti a sorte tra coloro che in sala decideranno di candidarsi a questo ruolo.
Attendiamo la vostra candidatura, verrete selezionati inviando un testo completo di contatti telefonici e e-mail all'indirizzo marinafanari@gmail.com e un pezzo a scelta per valutare il livello di congruenza con il pubblico che vi aspetta curioso.Tempo massimo di invio il 12 Marzo 2017.
MC Marina Fanari

Informiamo il pubblico che, per l'occasione, il bar del circolo dara' il suo meglio per allietarvi la serata con bevande e aperitivi mai visti prima.

Informiamo i partecipanti che verranno selezionati e parteciperanno solo 8 fortunatissimi tra loro, che verra' offerto loro un aperitivo dal circolo della palestra e che il Poetry Slam in oggetto E' VALIDO PER LE SELEZIONI
REGIONALI DEL POETRY SLAM SARDEGNA DEL 2017.

L'appuntamento è per giovedì 16 marzo, alle ore 21, alla palestra V10 BoulderZone, in via Bizet 31 a Quartu Sant'Elena.

sabato 11 marzo 2017

Senza titolo

I ragazzini al cinema
fanno casino e non guardano il film –
non si commuovono facilmente
quando qualcuno muore
o viene abbandonato
da un amante distratto
davanti alle biglietterie,
ma continuano a lanciare
i loro popcorn incendiari
contro lo schermo
illuminato a giorno
dalle esplosioni,
frantumando cuori
come se fossero
carri armati di marzapane
con la sola forza del sesso –
vorrei che sparissero,
che mi lasciassero in pace
mentre cerco di ascoltare
come se mi importasse,
mentre continuo
a fingermi vivo.

venerdì 3 marzo 2017

Senza titolo

Sono stato visitato
dalla conoscenza –
ha suonato alla porta
una mattina presto,
ho aperto in mutande
trascinando le ciabatte
fuori da un sogno
lasciato a metà –
non ho chiesto cosa volesse
o quanti soldi le servissero –
l’ho fatta accomodare
e mi sono seduto
proprio di fronte a lei,
ci siamo guardati
negli occhi per mezz’ora
senza dire una parola –
poi si è alzata di scatto,
ha percorso il corridoio
e se n’è andata –
non l’ho più rivista da allora.